Consegna gratuita nel Regno Unito
Parla con noi in Live Chat
Consegna in tutto il mondo ora disponibile
Eccellente Excellent Trustpilot
Alphagreen
>
Academy
>
Non categorizzato
>
Effetti collaterali dei prodotti CBD
By Anastasia Myronenko

Anastasiia Myronenko

Anastasiia Myronenko è specialista in Fisica Medica ed esercita attivamente in uno dei principali centri oncologici di Kiev, Ucraina. Ha conseguito un Master in Fisica Medica presso l’Università Nazionale di Karazin Kharkiv e ha completato uno stage in Fisica Biologica al GSI Helmholtz Centre for Heavy Ion Research, in Germania. Anastasiia Myronenko è specializzata in radioterapia ed è membro della Ukrainian Association of Physical Medicine.

Effetti collaterali dei prodotti CBD

alphagreen cbd side effects

Al giorno d’oggi, le proprietà terapeutiche del CBD vengono confermate e testate da medici e scienziati di tutto il mondo. Tuttavia, la cannabis è stata coltivata per le sue qualità psicoattive, medicinali e fisiche per migliaia di anni. I primi usi registrati della pianta in medicina risalgono al 1400-2000 a.C. Nel XIX secolo, William Osler, considerato il “Padre della medicina moderna”, promosse attivamente l’uso medicinale della cannabis. L’uomo credeva che la pianta fosse una medicina efficace per il trattamento delle emicranie. La cannabis è una pianta ampiamente riconosciuta per i suoi usi sia ricreativi che medicinali. La cannabis agisce sul sistema endocannabinoide. Si tratta di un sistema unico di recettori endogeni che possono avere un ruolo di mediazione nella nausea, nell’infiammazione, nel dolore e in altre funzioni.

La cannabis ha più di ottanta costituenti chimici conosciuti come “cannabinoidi”. Il cannabidiolo, noto anche come CBD, rappresenta una molecola cannabinoide non inebriante che si trova nella cannabis. Il cannabidiolo è spesso confuso con il tetraidrocannabinolo (THC). Tuttavia, a differenza del suo cugino psicoattivo e famigerato, il CBD non si distingue per il suo effetto psicotropo. In altre parole, il cannabidiolo non fa sballare una persona. In realtà, il CBD può addirittura contrastare l’attività del tetraidrocannabinolo (THC). Inoltre, può affrontare con successo una vasta gamma di condizioni, come insonnia, dolore cronico, mancanza di appetito, ansia e altre.

Olio di cbd al 10% di Alphagreen - solo £30

Viene fornito con una garanzia di rimborso di 30 giorni

Tutte le medicine possono causare effetti avversi, soprattutto se una persona non le usa come raccomandato. Questo include farmaci acquistati al banco, farmaci da prescrizione, e integratori e rimedi a base di erbe. In questo articolo, discuteremo i possibili effetti collaterali del CBD e dei prodotti CBD. In generale, i potenziali benefici ed effetti avversi del CBD sono incredibilmente individuali. Ciò che funziona perfettamente per un individuo, potrebbe non funzionare affatto per un altro. Ognuno è diverso, quindi si consiglia di verificare con un medico prima di iniziare a prendere prodotti CBD quotidianamente. Chiunque può imbattersi in sintomi indesiderati, ma noi discuteremo e ci concentreremo su come prevenirli o minimizzarli.

Che cos’è il CBD?

alphagreen cbd side effects

Il cannabidiolo o CBD è un fitocannabinoide scoperto nel 1940. Il cannabidiolo è un elemento naturale che si trova nel fiore resinoso della cannabis. È una sostanza sicura e che non dà assuefazione e si riferisce a uno degli oltre cento fitocannabinoidi che sono unici nella cannabis e che danno alla pianta il suo forte profilo terapeutico. Ogni varietà della famiglia della cannabis produce CBD, compresa la canapa. Mentre il THC e il CBD sono i cannabinoidi più famosi, ci sono anche molti altri tipi di CBD. Il cervello delle persone ha dei recettori particolari inizialmente progettati per accettare i cannabinoidi e sono conosciuti come CB1 e CB2. Questi recettori specifici hanno il controllo sull’assimilazione delle molecole di cannabinoidi nei sistemi del corpo umano, portando alle risposte immunitarie e psicoattive correlate al consumo di cannabis. È importante notare che il CBD non è un cannabinoide psicoattivo; quindi non c’è nessun effetto “high” ottenuto dall’uso di prodotti contenenti solo CBD. Si trova più comunemente sotto forma di olio o polvere e può essere ingerito o applicato topicamente in una varietà di modi diversi che dipendono dagli individui e dai loro risultati desiderati.

alphagreen academy

Tipi di CBD

alphagreen cbd side effects

Ci sono tre tipi distinti di CBD, tra cui CBD a spettro completo, CBD ad ampio spettro e CBD isolato. Il CBD a spettro completo contiene tutti gli elementi presenti nella pianta di origine. Ciò significa che oltre al CBD, ci saranno altri cannabinoidi come il THC o il CBC, nonché terpeni presenti nel prodotto finale. Il CBD ad ampio spettro contiene una vasta gamma di composti che sono presenti nella pianta di origine, ad eccezione del THC. Il THC, come componente psicoattivo attivo, viene rimosso durante il complicato processo di estrazione. Questo viene fatto per eliminare la minaccia di una potenziale compromissione. Infine, l’isolato di CBD si riferisce alla varietà più pura di CBD, poiché tutti gli altri elementi vengono rimossi durante il processo di estrazione.

Come funziona il CBD

alphagreen cbd side effects

Il sistema endocannabinoide o ECS aiuta a capire come funziona il CBD. Il sistema endocannabinoide rappresenta un sistema molecolare essenziale che aiuta a mantenere l’equilibrio sistemico interno o, in altre parole, l’omeostasi. Questo complesso sistema partecipa attivamente alla regolazione dell’appetito, della funzione immunitaria, del sonno, del controllo motorio, dell’umore, della riproduzione e della fertilità, del piacere, della memoria e della regolazione della temperatura. L’ECS è diffuso in tutto il corpo. È composto da tre elementi significativi, tra cui gli endocannabinoidi, i recettori dei cannabinoidi e gli enzimi metabolici.

Sfortunatamente, l’ECS può essere compromesso e cambiare nel tempo. A volte, ha problemi a mantenere il giusto equilibrio. Inoltre, anche le malattie e le lesioni possono influenzare l’ECS e, di conseguenza, giocare un ruolo significativo nel portare il corpo umano fuori equilibrio. Dopo aver rilevato uno squilibrio, entra in gioco il CBD. È un rinforzo naturale che stimola l’ECS. È importante che il CBD non si leghi ai recettori del sistema endocannabinoide. Invece, permette al corpo umano di usare le sue sostanze prodotte naturalmente e previene l’ulteriore degradazione degli endocannabinoidi delle persone.

I migliori metodi di consumo del CBD

alphagreen cbd side effects

Se una persona è nuova al CBD, potrebbe essere sopraffatta dall’alto numero di prodotti diversi che si possono trovare sul mercato. Ma ci sono quattro metodi di consumo del CBD più popolari, come quello sublinguale, topico, commestibile e per inalazione. L’olio e le tinture di CBD sono i prodotti CBD più popolari al giorno d’oggi. Sono impliciti nell’uso sublinguale. In generale, il consumo sublinguale suggerisce che una persona faccia cadere l’olio sotto la lingua e lo lasci riposare per ventisei secondi, e poi si consiglia di ingoiare l’olio rimanente. Gli effetti dell’uso dell’olio di CBD per via sublinguale si manifestano di solito entro 15-30 minuti. Gli edibili di CBD stanno diventando rapidamente un modo preferito dagli individui per ottenere il loro CBD quotidiano. I commestibili, comprese le bevande e le caramelle, devono essere digeriti prima di essere assorbiti nel flusso sanguigno della persona attraverso lo stomaco. Questo processo può richiedere del tempo. A volte, ci vogliono fino a 6 ore per avere effetto.

Le creme e le lozioni a base di CBD sono spesso usate per alleviare il dolore dei muscoli doloranti, dell’artrite e delle infiammazioni. Il CBD topico non raggiunge il flusso sanguigno della persona, ma entra in contatto con i recettori degli endocannabinoidi che si trovano sotto la pelle. I clienti preferiscono i topici perché sono ottimi per colpire il dolore in alcune aree specifiche. Per quanto riguarda l’effetto, questi prodotti possono richiedere fino a un’ora e durare fino a cinque ore in totale. Se una persona sta cercando un sollievo immediato ma a breve termine, i prodotti per inalazione, compreso il vape, possono essere la soluzione giusta. Quando il CBD viene inalato, viene immediatamente assorbito attraverso i polmoni, e il suo effetto si manifesta direttamente. Questo metodo è conosciuto come il più veloce se una persona vuole che raggiunga immediatamente il flusso sanguigno. Ma lui o lei dovrà prendere qualche dose in più perché anche la sua efficacia ha il periodo più breve.

alphagreen academy

Benefici del CBD

alphagreen cbd side effects

Si ritiene che il CBD abbia un significativo potenziale terapeutico. Uno dei benefici più comuni è un antidolorifico. Al giorno d’oggi, molte persone preferiscono usare l’olio di CBD ad altri farmaci perché allevia la rigidità e i dolori che si verificano nel corpo umano. Inoltre, è un modo naturale per controllare efficacemente i dolori senza l’uso di sostanze chimiche dannose. In secondo luogo, l’olio di CBD aiuta a trattare l’epilessia e altri disturbi neuropsichiatrici perché ha molti elementi anti-sequestro. Le malattie psichiatriche, la neurodegenerazione e le lesioni neuronali di solito causano epilessia e altri disturbi, ma il CBD offre un modo efficace ed efficiente di trattarli nelle persone affette da queste spiacevoli condizioni.

Il CBD può servire come un eccellente agente di lotta contro il cancro. Grazie alla sua capacità di fermare la crescita e la diffusione delle cellule cancerose all’interno del sistema del corpo umano, il CBD può essere usato come uno dei potenziali trattamenti contro il cancro. Alla fine, i composti del CBD possono portare alla morte delle cellule tumorali. Inoltre, il CBD ha livelli carenti di tossicità, il che aumenta il suo potenziale, portando risultati ancora più positivi. Il CBD può anche essere usato come trattamento dell’acne perché riduce la quantità di sebo nel corpo umano. A causa degli effetti antinfiammatori del corpo, il CBD riduce al minimo l’uso eccessivo delle ghiandole sebacee e l’infiammazione negli esseri umani.

Secondo le statistiche presentate dall’American Association of Anxiety and Depression, quasi il 18% delle persone in tutto il mondo soffre di depressione e ansia ogni anno. Studi clinici hanno dimostrato la capacità del CBD di diminuire i livelli di depressione, ansia e stress nelle persone, specialmente in quegli individui che soffrono di Disturbo da Sindrome Post-Traumatica. Il CBD riduce lo stress e la depressione attraverso un aumento significativo della segnalazione corticale del glutammato. Inoltre, il CBD è preferito da sempre più persone come alternativa ai farmaci perché possiede meno effetti collaterali e non porta a possibili dipendenze. Purtroppo, la ricerca sul CBD è limitata, ma ha dimostrato risultati positivi nel trattamento di artrite, autismo, diabete di tipo 1, Parkinson, disturbi del sonno ed emicranie. Tuttavia, va detto che il CBD non è una cura universale e non può essere usato da solo per combattere una delle malattie sopra elencate. È importante che venga usato come integratore per quegli individui che fanno del loro meglio per curare le varie malattie.

alphagreen academy

Lo scopo principale dell’olio di CBD è quello di alleviare il dolore da diverse condizioni. Secondo numerosi studi, l’olio di CBD può essere usato per trattare i sintomi di molte malattie gravi. Non significa che questo particolare olio salverà una persona dai suoi problemi. Tuttavia, può migliorare significativamente la qualità della vita. La giusta dose di olio di CBD può aiutare una persona quando è un po’ ansiosa, ha nausea, emicranie e depressione. Una migliore qualità del sonno è uno dei benefici più evidenti dell’olio di CBD. Può calmare una persona che si tradurrà in una notte di sonno migliore. L’olio di CBD può anche servire come un sostituto meno dannoso della medicina convenzionale per trattare l’insonnia. La marijuana è stata usata per alleviare il dolore per secoli. Alcuni articoli di ricerca affermano che il CBD possiede caratteristiche simili ma senza rendere una persona “fatta” Questi studi hanno rivelato che il CBD può ridurre il dolore causato dalla sclerosi e dall’artrite.

Alcuni ricercatori insistono sul fatto che l’olio di CBD può avere un impatto positivo sul cuore e sull’intero sistema circolatorio. L’olio di CBD abbassa la pressione sanguigna, diminuendo così i rischi di infarto, ictus, sindrome metabolica, ecc. Usare l’olio di CBD per trattare qualsiasi malattia mentale può essere pericoloso. Ma vari studi affermano che il CBD riduce diversi sintomi psicotici della schizofrenia. Un altro significativo beneficio dell’olio di CBD è la sua capacità di alleviare i sintomi legati al cancro e gli effetti collaterali del trattamento del cancro. L’olio di CBD può essere usato come sostanza benefica contro vari problemi della pelle. Nel complesso, l’olio di CBD può aumentare la qualità della routine quotidiana riducendo il livello di stress e rendendo le reazioni di una persona meno distruttive e irritabili. Un paziente può diventare una persona più felice. Tuttavia, questo non può essere garantito con certezza.

Possibili effetti collaterali del CBD in generale

alphagreen cbd side effects

Per molte persone può sembrare che il cannabidiolo sia spuntato dal nulla. Infatti, in pochi anni, questa molecola che si trova nelle piante di cannabis è passata dall’essere un termine sconosciuto a quasi un toccasana abbracciato da milioni di persone. Anche se il CBD potrebbe essere una nuova molecola di largo uso, gli scienziati e i ricercatori la stanno studiando dagli anni ’70, insieme al famigerato THC. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente riportato che il CBD è un trattamento promettente per molte condizioni mediche. È ben tollerato, ha un eccellente profilo di sicurezza e non sembra comportare rischi di dipendenza, abuso o altri problemi di salute. Quando si guardano le tonnellate di articoli scientifici che si riferiscono al CBD, è abbastanza difficile rilevare molte prove di effetti avversi pericolosi o di qualsiasi controindicazione. Tuttavia, l’uso diffuso del CBD concentrato è un fenomeno nuovo, e la sicurezza dei consumatori è la priorità numero uno.

I critici del CBD hanno ragione quando sostengono che mancano prove cliniche definitive per raccomandare i prodotti CBD per molte delle ragioni per cui i consumatori prendono il CBD. Attualmente, è disponibile come trattamento su prescrizione approvato dalla FDA per due rare forme di epilessia infantile. Tuttavia, per raccogliere le prove cliniche necessarie per permetterlo, il produttore ha dovuto pagare quasi tre decenni di ricerca approfondita e numerosi studi clinici. Ora quella ricerca e l’ulteriore miglioramento del CBD hanno aperto la porta alla sua accettazione da parte della comunità medica. A causa del modo in cui il sistema medico è strutturato, l’approvazione può essere ottenuta solo dopo un lungo periodo di molti e costosi test clinici. I test sono pagati da organizzazioni e compagnie che possono brevettare il trattamento e trarre profitto da ulteriori risultati. In assenza di prove cliniche definitive, i consumatori di CBD devono lavorare con una grande quantità di prove scientifiche che vanno da esperimenti di laboratorio, studi di casi e modelli animali. Ciononostante, centinaia di articoli e ricerche sono pubblicati sul cannabidiolo, e indicano la sicurezza e l’efficacia del CBD per un’ampia varietà di condizioni.

alphagreen academy

Poiché mancano prove cliniche a favore del CBD, mancano anche prove cliniche contro il CBD. Alcuni studi sul CBD umano per l’epilessia e i disturbi psichiatrici hanno identificato interazioni farmaco-farmaco indotte dal CBD, diarrea, anomalie epatiche, vomito, affaticamento e letargia. Alcuni operatori sanitari sono anche preoccupati di come l’esposizione al CBD possa indurre un individuo a continuare ad assumere prodotti a base di cannabis. I risultati più completi disponibili si basano sulla ricerca sull’Epidiolex, il farmaco a base di CBD approvato dalla FDA e prescritto per l’epilessia infantile. Durante alcuni studi clinici, a giovani tra i due e i diciotto anni sono state prescritte alte dosi giornaliere di CBD per quattordici settimane. Gli effetti collaterali che hanno sperimentato sono stati stanchezza e problemi gastrointestinali. Altri studi clinici hanno dimostrato che per la maggior parte delle persone, gli effetti collaterali sono stati notati durante le prime settimane mentre aumentavano rapidamente il dosaggio. Ma dopo aver abbassato il dosaggio, le reazioni avverse sembravano diminuire.

Il CBD non farà “sballare” una persona anche se consumato in una grande dose che non è raccomandata, anche se il CBD è ben tollerato in grandi dosi. Il consumo di prodotti a base di CBD di solito non provoca effetti collaterali. Tuttavia, possono causare alcuni effetti avversi se consumati con altri farmaci. Per esempio, i prodotti CBD possono essere dannosi per il fegato. Uno studio condotto nel 2009 dimostra che l’uso costante e le alte dosi (quasi fino a 1.500 mg/giorno di CBD) sono abbastanza ben tollerate nelle persone. Ma non c’è ragione che un paziente prenda così tanto CBD. Per quanto riguarda alcuni altri effetti collaterali, essi includono l’inibizione del metabolismo epatico dei farmaci, la diminuzione della capacità di fecondazione, le alterazioni della vitalità cellulare in vitro, e la diminuzione delle attività della p-glicoproteina e di altri trasportatori di farmaci. Sono necessari ulteriori studi per saperne di più sugli effetti collaterali in vitro e in vivo. È anche di vitale importanza tenere a mente che il risultato può cambiare se il dosaggio di CBD aumenta. Quindi, si consiglia vivamente di tenere d’occhio la condizione e registrare i dati critici quando si prendono integratori di CBD. Il CBD non rallenterà le reazioni e non influenzerà mai la memoria. Inoltre, non ha nulla a che fare con l’aumento della frequenza cardiaca e con eventuali problemi di coordinazione. Inoltre, gli occhi rossi e la bocca secca non sono causati dal CBD. Si consiglia che l’olio di CBD può aiutare solo se una persona è in una particolare condizione. Altrimenti, se un individuo si sente sicuro, stabile e comodo, il CBD potrebbe non avere alcun effetto, dato che non ci sono stati da correggere.

Effetti collaterali specifici dei prodotti CBD

alphagreen cbd side effects

Anche se i prodotti a base di CBD stanno diventando sempre più diffusi e popolari tra i consumatori, c’è ancora molta disinformazione e dati imprecisi relativi al CBD e a come può essere usato. Quindi, è importante discutere se il CBD causa effetti collaterali. Il CBD da solo non è inebriante e non provoca sensazioni euforiche come il suo cugino THC (tetraidrocannabinolo). Il CBD si trova principalmente in quantità maggiori nella canapa, mentre il THC si trova principalmente nella marijuana. Di conseguenza, i prodotti di canapa come l’olio di CBD possono essere considerati come una delle fonti sicure di cannabinoidi. I produttori vendono prodotti di CBD in diverse forme, tra cui tinture, creme per la pelle, capsule di gel morbido, concentrati, soluzioni topiche, commestibili, spray sotto la lingua, cere e cerotti. La concentrazione di CBD in ognuno di questi prodotti può variare significativamente. Di conseguenza, le diverse forme di prodotti a base di CBD possono causare vari effetti collaterali che differiscono a seconda del modo in cui vengono consumati.

Se preso per bocca

I prodotti a base di CBD sono generalmente sicuri da assumere, ma ci possono essere diversi rischi ed effetti collaterali. Mentre ogni persona ha la sua chimica corporea unica, sembra che la stragrande maggioranza degli individui possa ingerire olio di CBD senza sentire alcun effetto collaterale inaspettato o spiacevole. Molto raramente, i consumatori di olio di CBD sperimenteranno sintomi minori come disturbi di stomaco o bocca secca. I mal di testa segnalati o altri effetti avversi minori potrebbero essere dovuti a impurità nei prodotti di CBD, poiché non sono stati prodotti usando estratti puri da fonti note. Comunque, il CBD ha il potenziale di causare una diminuzione della secrezione salivare dopo l’esposizione. Inoltre, è meglio consultare un medico esperto se ci sono dubbi relativi all’uso e agli effetti collaterali dei prodotti CBD.

In dosi fino a 300 mg al giorno, il CBD può essere consumato per bocca in modo sicuro. Dosi più elevate di 1200-1500 mg al giorno sono state segnalate per essere assunte per bocca con attenzione fino a un mese. Epidiolex, un prodotto a base di cannabidiolo su prescrizione è approvato per essere assunto per bocca in dosi fino a 10-20 mg/kg al giorno. Se consumato per bocca, alcuni effetti collaterali del CBD includono stordimento, bocca secca e sonnolenza. I farmaci, in particolare l’Epidiolex approvato dalla FDA, sono stati collegati a vomito e nausea, cambiamenti nell’appetito e diarrea.

alphagreen academy

Bocca secca

Secondo gli studi, la sensazione di bocca secca è spesso dovuta all’inibizione dei recettori dei cannabinoidi presenti nelle ghiandole salivari delle persone. Anche se la bocca secca è stata elencata come un potenziale effetto avverso del CBD, la maggior parte dei lavori che esaminano questa reazione collaterale sostengono che la presenza di THC nei prodotti CBD è probabilmente responsabile di questo effetto. Molta acqua prima e dopo il consumo di CBD può aiutare ad evitare questa reazione avversa.

Stanchezza

Dosi più elevate di CBD possono occasionalmente indurre sonnolenza o stanchezza. Questo effetto collaterale del CBD è stato rilevato dagli studi che hanno cercato di esplorare gli effetti del CBD sul sonno. Dosi elevate di CBD hanno aiutato i consumatori ad aumentare il tempo di sonno, ma alcuni individui hanno riferito di sentirsi stanchi dopo l’esposizione. Di conseguenza, gli esperti non raccomandano di prendere il CBD prima o durante la guida.

Diarrea

La diarrea può essere identificata come un potenziale effetto collaterale del CBD. Tuttavia, questa reazione è probabilmente causata dagli altri ingredienti dei prodotti a base di CBD, poiché il CBD possiede qualità gastroprotettive. Uno studio condotto nel 2015 ha riportato la diarrea come effetto collaterale dell’Epidolex, il farmaco per l’epilessia con il CBD come ingrediente attivo. Su 214 partecipanti di età compresa tra 1 e 30 anni con epilessia grave, il 19% ha riportato diarrea. Due potenziali ragioni per la diarrea sperimentata in quello studio sono il dosaggio e gli oli portatori di CBD. In generale, è possibile che anche altri ingredienti nei prodotti a base di CBD possano contribuire al malessere gastrointestinale. L’olio MCT e l’olio di cocco sono frequentemente usati come oli portanti nei prodotti CBD commerciali. Sono noti per causare feci allentate e diarrea in quei consumatori che non sono abituati a prenderli. La concentrazione di CBD e il dosaggio nello studio erano anche alti rispetto ai tipici prodotti di CBD. I partecipanti ricevevano 2mg-5mg di CBD puro al 99% per 1 kg di peso corporeo al giorno. In seguito, i dosaggi sono stati aumentati, per cui alla fine assumevano fino a 50 mg di CBD per kg di peso corporeo al giorno.

Se una persona sperimenta questo effetto collaterale, si raccomanda di interrompere l’assunzione di CBD per ventiquattro ore. Un tale lasso di tempo è necessario per determinare se il CBD o qualsiasi altro prodotto lo ha causato. Inoltre, è necessario abbassare il dosaggio o trovare un prodotto CBD che non usi un olio vettore. Come al solito, consultare un medico è un must se ci sono domande o preoccupazioni.

alphagreen academy

Quando applicato sulla pelle

Il CBD ha già dimostrato la sua efficacia terapeutica per varie condizioni gravi ed è probabile che venga consigliato off label dai medici in molti paesi. Tuttavia, quando viene applicato sulla pelle, il CBD non è completamente privo di rischi. Sfortunatamente, non ci sono molte informazioni affidabili per sapere se ci sono effetti collaterali quando il CBD viene applicato sulla pelle. A volte, i consumatori di CBD possono sperimentare una reazione allergica.

Modi per evitare di avere effetti avversi

Chi dovrebbe evitare il CBD in generale?

alphagreen cbd side effects

Anche se il CBD è stato considerato sicuro dall’OMS e da altre importanti organizzazioni sanitarie, non sono state fatte abbastanza ricerche per scoprire se ci sono gruppi per i quali i prodotti di CBD non sono sicuri. Tuttavia, dopo aver setacciato la letteratura scientifica e gli studi di ricerca alla ricerca di segnali di avvertimento, è stato identificato che l’assunzione di prodotti a base di CBD da parte di alcuni individui potrebbe meritare una considerazione speciale. Si è scoperto che l’assunzione di CBD insieme ad alcuni farmaci potrebbe rappresentare un rischio per la salute. Il corpo elabora i farmaci in modi diversi. Il CBD può occupare gli enzimi che il corpo usa per elaborare farmaci come gli antivirali dell’HIV, il warfarin, gli antiepilettici e altri. Quindi, parlare con un professionista medico prima di prendere il CBD è un must per capire le potenziali interazioni.

Per ragioni etiche, i test sulla sicurezza del CBD nei bambini e nelle donne incinte sono limitati. Tuttavia, gli studi esistenti indicano che il CBD può essere sicuro per i bambini che lottano con l’ADHD e l’epilessia. Gli individui che hanno problemi al fegato potrebbero dover essere cauti nell’assunzione di CBD. Attualmente non è chiaro se i prodotti a base di CBD influenzino direttamente il fegato o se la loro interazione con i farmaci porti a problemi epatici. Tuttavia, solo per essere sicuri, il monitoraggio degli enzimi epatici quando si introduce il CBD nella routine quotidiana è altamente raccomandato. Inoltre, alcuni studi riportano che il CBD abbassa la pressione sanguigna. Quindi, le persone che soffrono di ipotensione potrebbero aver bisogno di monitorare la pressione sanguigna quando provano nuovi prodotti CBD.

Quando si tratta di coppie che stanno cercando di avere figli, l’effetto del CBD sulla fertilità non è del tutto noto, ma in alcuni casi può essere dannoso. Il corpo umano produce cannabinoidi naturali. Al momento, è un mistero cosa facciano i cannabinoidi aggiuntivi alle capacità riproduttive. Se una persona ha difficoltà a concepire, l’uso di prodotti a base di CBD deve essere rivisto. Anche se il CBD può aiutare a gestire i fattori esterni che impediscono la gravidanza, come lo stress, non si raccomanda di usare il CBD quando una persona sta cercando di concepire.

alphagreen academy

Durante la gravidanza o l’allattamento, una donna condivide tutto ciò che assume con il suo bambino. Le molecole nel sangue della madre possono essere trasferite al corpo del bambino attraverso il latte materno e la placenta. Lo screening precedente ha rivelato che il CBD potrebbe essere rilevato nel latte materno, ma attualmente non si sa come il CBD influenzi un bambino in via di sviluppo. Se stai allattando o sei incinta e usi prodotti a base di CBD per gestire l’ansia, per esempio, parlane con un professionista medico. Non è nemmeno chiaro come il CBD possa influire su un feto in crescita, quindi si consiglia alle donne incinte di evitarne l’uso. Quindi, alcuni professionisti medici si preoccupano che l’assunzione di CBD possa danneggiare individui il cui sistema immunitario è compromesso, come i malati di HIV. La cosa più importante è non tagliare i farmaci con l’aiuto dei prodotti CBD. In altre parole, non sostituite nessun trattamento attualmente prescritto con il CBD a meno che non sia stato approvato da un medico.

Consumare un corretto dosaggio di CBD

alphagreen cbd side effects

Prendere troppe medicine o qualsiasi altra sostanza può essere estremamente pericoloso e persino fatale. Quindi, quando si tratta di salute, il dosaggio è una nozione centrale in quanto fa la differenza. Il corpo umano è un meccanismo complesso e può mostrare una reazione imprevedibile a certe sostanze e medicine. Ecco perché è essenziale osservare il giusto dosaggio. Anche se il CBD sta diventando sempre più popolare in Europa e in altre parti del mondo, non ci sono istruzioni e raccomandazioni specifiche su come usarlo. I cannabinoidi sollevano anche molte domande e controversie sui suoi effetti collaterali e sul corretto dosaggio, ma alcune regole possono aiutare a identificare il giusto dosaggio del CBD. Il giusto dosaggio dipenderà da una serie di fattori, tra cui l’età, la dieta, il peso, la tolleranza ai farmaci, la concentrazione di CBD, la gravità della malattia, il prodotto CBD stesso, ecc. Inoltre, il nostro corpo e la malattia cambiano nel corso del tempo. Così fa una porzione ottimale.

Ci sono alcuni passi su come definire il giusto dosaggio di CBD. Prima di tutto, si consiglia di contattare un medico. In secondo luogo, il dosaggio iniziale può essere calcolato in base al peso della persona, e può essere aumentato gradualmente solo per vedere come il corpo reagisce al supplemento. Infatti, più una persona pesa, più CBD deve essere consumato. C’è una regola che può essere usata per definire il dosaggio iniziale di CBD. Si raccomanda di assumere 1-6 mg di CBD per ogni 4,5 kg di peso corporeo. Per esempio, 15 mg possono essere utili per un individuo di 68 kg che soffre di dolori di medio livello. Tuttavia, questa regola non è universale al 100% e dovrebbe essere usata come guida per la gamma di dosaggio del CBD.

Un altro metodo per determinare la tua dose individuale di CBD è quello di usare strumenti online come i calcolatori di dosaggio del CBD. Essi prendono in considerazione fattori specifici dell’utente e identificano un dosaggio iniziale dal quale una persona può scendere o salire. Dopo aver compilato il modulo sul sito web, il calcolatore online genera tre opzioni per i potenziali dosaggi, compreso un dosaggio iniziale e ulteriori dosi più alte. Un paziente può fermarsi in qualsiasi fase una volta raggiunti gli effetti desiderati. Quindi, il corretto dosaggio di CBD è unico per ogni persona e dipende da una vasta gamma di fattori. Si consiglia di iniziare un quaderno o scaricare un’applicazione per registrare variabili importanti come l’età, le condizioni di salute, il peso e la quantità di CBD consumata. Questo è uno dei modi per monitorare la reazione complessiva dei sistemi corporei al CBD che permette di identificare una dose adatta.

Consultare un professionista della salute

alphagreen cbd side effects

I consumatori di CBD stanno attualmente cercando di trattare varie condizioni con il CBD e, probabilmente, alcune di esse potrebbero non essere più efficaci del placebo. Così, una persona potrebbe saltare la pistola prendendo un prodotto CBD per affrontare una condizione di salute quando il suo uso non è ancora pienamente supportato da prove cliniche. Tuttavia, le prove cliniche non saranno disponibili molto presto. Pertanto, molte persone semplicemente non vogliono aspettare un decennio prima di scoprire l’efficacia del CBD e la sua idoneità per i loro bisogni.

Secondo l’OMS, il CBD è ben tollerato e ha un eccellente profilo di sicurezza, ma non può essere una cura per tutti e soddisfare chiunque. Ci sono molte medicine a base di CBD che hanno controindicazioni con altri farmaci e possono avere effetti avversi. Quindi, consultare un medico è un must se una persona vuole trattare sia condizioni gravi come l’epilessia o problemi comuni come l’acne. Se un medico non si sente a suo agio nel consultare l’uso del CBD, si consiglia di consultare un professionista.

Evitare il CBD quando si assumono altri farmaci

alphagreen cbd side effects

Il CBD inibisce il sistema enzimatico del citocromo P450. Gli enzimi del citocromo P450 si trovano nel fegato e sono responsabili del metabolismo delle sostanze tossiche e della maggior parte dei farmaci assunti da un paziente al giorno. Di conseguenza, i farmaci da prescrizione possono essere influenzati dal CBD. Poiché il CBD rallenta la metabolizzazione dei farmaci, il corpo può impiegare più tempo per elaborare alcuni farmaci. Questo porta ad una quantità più significativa di quel farmaco presente nel corpo e può portare a reazioni avverse o al sovradosaggio. Per i pazienti che attualmente assumono farmaci prescritti, compresi antibiotici, steroidi e antidepressivi, si raccomanda di parlare con un operatore sanitario prima di usare qualsiasi prodotto a base di CBD. In molti casi, sarà necessario anche un aggiustamento del dosaggio del farmaco.

Scegliere marche e prodotti di buona qualità

alphagreen cbd side effects

Non tutti i CBD sono creati uguali. Quindi, quando si tratta di prodotti CBD, la fonte e la purezza contano. La pianta di canapa è un eccellente iperaccumulatore perché assorbe rapidamente gli elementi presenti nel terreno dove viene coltivata, anche cose come metalli pesanti e pesticidi. Nell’UE, le leggi sull’agricoltura e sui pesticidi sono severe, per cui molte persone preferiscono il CBD derivato dalla canapa proveniente dall’Europa. È importante che solo la canapa coltivata in terreni fertili produca un olio di CBD di alta qualità. Inoltre, il CBD di più alta qualità di solito proviene dalle aziende che sono impegnate nella produzione di prodotti CBD dal seme allo scaffale.

Ci sono ancora molti prodotti CBD di qualità inferiore prodotti da marchi inaffidabili. Tali prodotti possono contenere ingredienti inaspettati che possono portare a potenziali problemi. Un altro problema significativo è che l’etichettatura dei prodotti di CBD è spesso poco chiara e incoerente, rendendo confusa la gente che sa cosa sta comprando.

A volte i prodotti CBD possono contenere sorprese indesiderate. I tossicologi della Virginia University hanno esaminato nove e-liquidi presentati come estratti naturali di CBD al 100%. I ricercatori ne hanno trovato uno con destrometorfano, o DXM, che è usato nei farmaci da banco per la tosse. La sostanza è considerata assuefacente quando se ne abusa. Quattro articoli contenevano un cannabinoide sintetico che può causare psicosi, ansia e tachicardia. Quindi, un ottimo modo per evitare i potenziali effetti collaterali del CBD è controllare la credibilità dei venditori. Se c’è stato un test di laboratorio di terzi che ha mostrato meno dello 0,3% di THC, un consumatore di CBD non ha nulla di cui preoccuparsi. Qualsiasi prodotto CBD deve essere testato accuratamente da un laboratorio di terzi. Tali misure sono necessarie per garantire che il prodotto CBD sia privo di metalli pesanti e tossine dannose. Inoltre, è anche essenziale verificare la concentrazione di CBD e assicurarsi che sia veramente privo di THC. Il mercato del CBD è ancora agli inizi. Quindi può essere impegnativo per gli individui trovare prodotti e marche di CBD di qualità. Tuttavia, dovrebbero educarsi per evitare prove ed errori inutili e costosi. Una stretta ricerca sui prodotti che una persona compra include la ricerca di recensioni e altre informazioni utili sui siti web, libri, riviste sul benessere.

alphagreen academy

Tutti gli studi clinici conosciuti hanno fornito alle persone prodotti di alta qualità e sicuri che contengono una quantità affidabile di CBD. D’altra parte, dopo aver acquistato CBD da produttori disonesti e non sicuri, un consumatore potrebbe sperimentare effetti collaterali. Questi prodotti inaffidabili possono contenere metalli pesanti, livelli più alti di THC, contaminanti e alcuni cannabinoidi sintetici. Potrebbero anche non contenere affatto CBD. Così, se un prodotto contiene alti livelli di THC, una persona potrebbe sperimentare fame, bocca secca e uno stato mentale alterato.

Per riassumere, se una persona vuole che i prodotti CBD funzionino senza spiacevoli effetti collaterali, è necessario acquistare CBD da fonti affidabili e fidate. Il CBD è sicuro, ma è necessaria una ricerca prima di acquistarlo e usarlo. Si consiglia di chiedere i risultati di laboratorio di terzi quando si acquistano prodotti CBD. Inoltre, si raccomanda di prestare molta attenzione all’etichettatura dei prodotti.

In conclusione

Tutto ciò che le persone mangiano o bevono per prevenire o gestire condizioni di salute può comportare alcuni rischi o effetti collaterali. Il CBD non fa eccezione a questa regola. Tuttavia, finora non sono stati riportati casi di tossicità dall’uso del CBD. Inoltre, non ha quasi nessun impatto negativo sui consumatori e può verificarsi solo in alcuni rari casi. Nel complesso, i sintomi avversi sono generalmente lievi, dipendenti dalla dose, e tendono a risolversi entro tre o quattro ore. La ricerca sui potenziali effetti collaterali sulla salute dei prodotti CBD è ancora in corso. Quindi, la gente può aspettarsi di scoprire molte altre reazioni avverse e usi terapeutici per questo composto naturale nel prossimo futuro. Anche se la sicurezza e l’efficacia del CBD non sono ancora evidenti, studi recenti sostengono che questo composto può fornire un rimedio naturale robusto e sicuro per molte condizioni di salute. Tutto sommato, il CBD è per lo più privo di effetti collaterali, ma ci sono possibili eccezioni. Per evitare una reazione potenzialmente dannosa, parlate con un medico, iniziate con una dose più bassa e monitorate come vi sentite.


Anastasiia Myronenko

Verificato da un operatore sanitario

Anastasiia Myronenko

Anastasiia Myronenko è specialista in Fisica Medica ed esercita attivamente in uno dei principali centri oncologici di Kiev, Ucraina. Ha conseguito un Master in Fisica Medica presso l’Università Nazionale di Karazin Kharkiv e ha completato uno stage in Fisica Biologica al GSI Helmholtz Centre for Heavy Ion Research, in Germania. Anastasiia Myronenko è specializzata in radioterapia ed è membro della Ukrainian Association of Physical Medicine.